Università
della
Svizzera
italiana
Accademia
di architettura
Biblioteca

Biblioteca dell’Accademia
di architettura

 
Dal 22 settembre 2021
accesso solo con
certificato COVID
Dal 22 settembre possono usufruire dei posti di studio e muoversi liberamente in biblioteca solo le persone con certificato COVID valido CH o conforme all'UE con un codice QR leggibile da esibire all'entrata, accompagnato da un documento di identificazione personale in corso di validità.

Nessun certificato è richiesto per i servizi di prestito (prestito e restituzione, quest'ultima consigliata nel box rosso al pianterreno).
Chi non può accedere alle sale di studio e delle collezioni della biblioteca può inoltrare, una volta a settimana e in un'unica email, la richiesta di un massimo di 10 documenti prestabili all’indirizzo prestito-biblioteca.me@usi.ch.

Vi preghiamo di leggere attentamente le indicazioni dettagliate e le regole per il servizio.
 


Altri ambiti di ricerca
disponibili in Reperio nella barra di ricerca
Ambito Risorse
Università della Svizzera italiana Biblioteca dell’Accademia + Biblioteca Universitaria Lugano + indice bibliografico CDI (ex ULiSSE)
Biblioteca dell’Accademia di architettura PREDEFINITO Catalogo dei documenti posseduti fisicamente, ebook, periodici elettronici, Iconoteca, spoglio dei periodici Archi e Rivista tecnica, risorse del repository istituzionale RERO DOC
Biblioteca universitaria Lugano Catalogo dei documenti posseduti fisicamente, ebook, periodici elettronici, risorse del repository istituzionale RERO DOC
swisscovery Collezioni di oltre 470 biblioteche scientifiche in Svizzera (molte delle quali ottenibili in circa due giorni tramite SLSP-Courier) e risorse elettroniche ad accesso libero

<
Pausa Avvia
>
Da ospedale a biblioteca. La storia del legato Turconi
A inizio 2021 la Biblioteca dell’Accademia di architettura si è trasferita nella nuova prestigiosa sede di Palazzo Turconi: questa è l’occasione per rileggerne la storia e per rivolgere uno sguardo all’eredità artistica del luogo. L’edificio, oggi comunemente chiamato “Palazzo Turconi”, fu ideato in origine come ospizio per i poveri grazie alle disposizioni testamentarie lasciate per iscritto a Parigi nel 1803 dal Conte Alfonso Maria Turconi ma costruito solo a metà dell’800, su progetto dell’architetto neoclassico Luigi Fontana, originario di Muggio. Inaugurato nel 1860 per un secolo svolse la funzione di Ospedale Cantonale per il Mendrisiotto.
Nel corso dell‘800 e del ‘900 l’Ente fu oggetto di importanti atti di beneficenza da parte di famiglie benestanti della regione a cui la dirigenza dell’epoca fece erigere una serie di monumenti commemorativi dai migliori artisti locali. Oltre a garantire le cure mediche alla popolazione l’ospedale divenne via via un luogo privilegiato per le commemorazioni dell’impegno sociale e civile dei cittadini meritevoli. A partire dal 1996 l’edificio è stato destinato a sede dell’Accademia di architettura dell’Università della Svizzera italiana e solo da allora porta il nome del conte Alfonso Maria Turconi (Milano 1738 – Parigi 1805).
La mostra illustra, con documenti originali e disegni inediti, sia la vita di Alfonso Turconi sia il progetto e il cantiere dell’ospedale realizzati sotto la direzione di Luigi Fontana. Viene inoltre rivalutato l’insieme dei monumenti e delle opere d’arte conservati all’interno del Palazzo Turconi. Queste opere sono cadute nell’oblio per diversi anni perché l’edificio è stato utilizzato nel tempo per funzioni differenti: prima come ospedale e in seguito come spazio didattico per gli atelier di progettazione dell’Accademia. Oggi, diventata sede della Biblioteca dell’Accademia di architettura, il Palazzo Turconi ritorna a essere di nuovo un luogo pubblico, ovvero un luogo dedicato alla ricerca scientifica e rivolto al futuro, come un tempo lo fu l’ospedale della Beata Vergine.
Esposizione

Da ospedale
a biblioteca.
La storia del legato
Turconi


8 giugno – 8 ottobre 2021

Mostra inaugurale
della Biblioteca dell’Accademia
di architettura

a cura di
Angela Windholz

 
Da ospedale a biblioteca. La storia del legato Turconi

Scarica
il pieghevole
in pdf
Nuovo sistema
#BiUSIrevolution: la migrazione virtuale delle Biblioteche dell'USI
» comunicato completo e » domande frequenti (FAQ swisscovery)

Attenzione! È necessaria una nuova iscrizione:
» istruzioni dettagliate
Novità
Risorse elettroniche in fulltext
Una selezione di collezioni digitali per reperire documenti anche in modalità di insegnamento a distanza. In caso di difficoltà nel reperimento di documenti in fulltext, contattateci

» scaricare in pdf
Nuova banca dati:
Art & Architecture Source
Art & Architecture Source è la più ampia banca dati (in parte full text e in parte bibliografica) per la ricerca sulle belle arti, arti decorative e i loro aspetti commerciali, oltre che sull’architettura e sul design architettonico. Con copertura fortemente internazionale, mette a disposizione centinaia di riviste d’arte in full text, periodici e libri, oltre che dettagliate indicizzazioni, abstract e migliaia di immagini.

Accedi
Carico nuove acquisizioni...
Jean Nouvel, Claude Parent : musées à venir : [Galerie Azzedine Alaïa, Paris, du 14 janvier au 28 février 2016]

sous la dir. de Donatien Grau
Paris : Actes Sud, 2016
ISBN: 978-2-330-05686-5
Selezione dagli ultimi arrivi
Painting : critical and primary sources

edited by Beth Harland and Sunil Manghani
London : Bloomsbury, 2016
ISBN: 978-0-8578-5499-5,978-0-8578-5517-6,978-0-8578-5632-6,978-0-8578-5650-0
Sempering : process and pattern in architecture and design : [MUDEC, Museo delle culture, Milano, 2 Aprile - 12 Settembre 2016, per la 21. Triennale di Milano]

[a cura di Luisa Collina, Cino Zucchi]
Cinisello Balsamo : Silvana, 2016
ISBN: 978-88-366-3438-5
La costruzione delle Alpi : il Novecento e il modernismo alpino (1917-2017)

Antonio De Rossi
Roma : Donzelli, 2016
ISBN: 978-88-6843-526-4